Radio-eco meteorico notevole del 13 Maggio 2018.
- Osservazione Radio Meteore

Una riflessione diversa dalle altre…

Durante le prime ore del 13 Maggio 2018 la nostra Stazione Meteor Scatter VHF RALmet, sintonizzata sulla frequenza del radar francese GRAVES (143.050 MHz), ha catturato un radio-eco notevole: si tratta di un evento di lunga durata (quasi un minuto), rapportato alle riflessioni meteoriche tipiche di questo periodo, e molto energetico. Il seguente spettrogramma documenta il fenomeno.

Interessante radio-eco meteorico catturato nelle prime ore del mattino (13 Maggio 2018) dalla <a href="http://blog.radioastrolab.com/radiometeore/">Stazione Metero Scatter VHF RALmet</a> (sintonizzata sulla frequenza 143.050 MHz del radar francese <a href="https://en.wikipedia.org/wiki/Graves_(system)">GRAVES</a>).
Interessante radio-eco meteorico catturato nelle prime ore del mattino (13 Maggio 2018) dalla Stazione Metero Scatter VHF RALmet (sintonizzata sulla frequenza 143.050 MHz del radar francese GRAVES).

La caratteristica interessante di questa riflessione, oltre alla sua energia, riguarda il segnale che ha “illuminato” la traccia ionizzata dal meteoroide e ne ha permesso la riflessione verso la stazione ricevente: come si vede dalla seguente figura, si tratta di un segnale intermittente di natura sconosciuta e di breve durata, con una frequenza appena superiore a quella del trasmettitore GRAVES. A causa della distanza (circa 725 km in linea d’aria), il segnale diretto da GRAVES non è normalmente ricevibile dalla nostra stazione, salvo in rarissime occasioni di propagazione favorevole e per breve tempo. Come mostrato nell’ultimo grafico, la sua frequenza (traslata in banda-base dal ricevitore) corrisponde al valore medio della distribuzione in frequenza dei radio-echi meteorici registrati nella giornata del 13 Maggio 2018, pari a 18180.175 Hz. Il segnale intermittente che ha “illuminato” il cielo sopra la nostra testa è diverso dalla portante continua non modulata di GRAVES, ed è chiaramente visibile nello spettrogramma. Se la sua durata fosse stata inferiore, non avremmo potuto osservarne le caratteristiche, in quanto “accecato” dal segnale riflesso e l’evento sarebbe stato indistingubile da un radio-eco standard “illuminato” da Graves.

Analisi dello spettrogramma che documenta la cattura del radio-eco meteorico (13 Maggio 2018).
Analisi dello spettrogramma che documenta la cattura del radio-eco meteorico (13 Maggio 2018).

E’ stata catturata una radio-meteora che si è manifestata, per puro caso, proprio quando il breve segnale intermittente ha “illuminato” il cielo: la riflessione verso la stazione ricevente è stata possibile grazie al verificarsi della corretta geometria speculare TX-target-RX (radar bi-statico). Il radio-eco si è sviluppato entro una durata pari a circa la metà di quella del segnale “illuminante”.

Non azzardo ipotesi sulla natura e sull’origine di questo segnale intermittente, anche se ho l’impressione si tratti di una trasmissione locale. Non escudo neppure la possibilità di qualche esperimento o messa a punto avvenuti nello stesso trasmettitore GRAVES. Come al solito, sarebbe interessante avere riscontri da altri sperimentatori.

Distribuzione delle frequenze associate ai radio-echi meteorici durante la giornata del 13 Maggio 2018. Come si vede dal grafico, le frequenze si addensano attorno al valore medio fm=18180.175 Hz corrispondente alla frequenza del segnale trasmesso dal radar GRAVES, traslato in banda-base dal sistema ricevente <a href="http://blog.radioastrolab.com/radiometeore/">RALmet</a>.
Distribuzione delle frequenze associate ai radio-echi meteorici durante la giornata del 13 Maggio 2018. Come si vede dal grafico, le frequenze si addensano attorno al valore medio fm=18180.175 Hz corrispondente alla frequenza del segnale trasmesso dal radar GRAVES, traslato in banda-base dal sistema ricevente RALmet.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *