- Osservazione Radio Meteore

RadioMeteore @ 143.050 MHz: Marzo 2018

Attività del mese – Stazione RALmet (Senigallia, AN, Italia)

Attività radio-meteorica di Marzo 2018.
Attività radio-meteorica di Marzo 2018.

Anche durante il mese di Marzo non si sono verificati eventi significativi (come previsto) e l’attività ha registrato il suo minimo annuale, come si vede nella mappa a sinistra che riassume il conteggio del numero di radio-echi meteorici registrati ogni ora, ogni giorno del mese, con un colore che vira verso il rosso all’aumentare del numero di eventi. I dati relativi ai giorni 5 e 6 Marzo non sono completi a causa di un’interruzione nella fornitura di energia elettrica per la stazione ricevente (le bande orizzontali di colore blu indicano mancanza di dati).

Si ricorda che con il termine radio-eco identifichiamo il segnale radio, trasmesso alla frequenza di 143.050 MHz dal radar francese GRAVES, riflesso dalla traccia ionizzata che si genera ad un’altezza atmosferica di circa 90-110 km quando un meteoroide impatta, bruciando e consumandosi per attrito, con le molecole di aria.  Questo segnale, che chiamiamo radio-meteora, è ricevuto dalla nostra stazione a terra (situata a più di 700 km di distanza dal trasmettitore), conteggiato e analizzato.

Conteggio del numero di radio-meteore per ora nel mese di Marzo 2018.
Conteggio del numero di radio-meteore per ora nel mese di Marzo 2018.

Il grafico seguente mostra la variazione di potenza (media) del rumore di fondo ricevuto ogni giorno dalla stazione (espresso in [nW]): i livelli sono paragonabili a quelli di Febbraio.

Potenza del rumore di fondo in una banda di 600 Hz rispetto alla frequenza di ricezione centrale di 143.050 MHz.
Potenza del rumore di fondo in una banda di 600 Hz rispetto alla frequenza di ricezione centrale di 143.050 MHz.

In seguito sono riportati i conteggi mensili dei radio-echi ipodensi e iperdensi, il conteggio dei “radio-bolidi” (gli eventi con energia superiore a 105 nW∙s) e le durate giornaliere delle radio-meteore, parametro proporzionale alla massa degli oggetti extraterrestri che, impattando con l’atmosfera superiore, originano le tracce ionizzate radio-riflettenti.

Conteggio dei radio-echi iperdensi e ipodensi, dei "radio-bolidi" e della durata totale giornaliera degli eventi.
Conteggio dei radio-echi iperdensi e ipodensi, dei “radio-bolidi” e della durata totale giornaliera degli eventi.

Le seguenti spettrogrammi documentano gli eventi più significativi del mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *